NEWS_SETT17_9

News Serie B

Giovedì, 21 Settembre 2017

Fernando Azar Silveira Malta è nato a San Paolo del Brasile il14 dicembre 1994. Nel novembre 2015 fa la sua prima esperienza italiana con i Saints Pagnano. Nell’estate 2016 passa al Pavia, dove va a segno 28 volte nel campionato cadetto 2016-17. Prestazioni che gli sono valse l’ingaggio da parte del Real Cornaredo.

Come hai scoperto il futsal e come sei arrivato in Italia?

 

“Ho iniziato a giocare a futsal a San Paolo quando avevo 11, nella Portugesa de Desportos. A 14 anni sono passato al calcio a 11, praticato fino ai 21. Nel novembre 2015 sono arrivato in Italia, grazie ad un caro amico Mario Masullo, che mi ha aperto le porte all’università e per giocare insieme a lui, prima ai Saints Pagnano, poi al Pavia, quindi ora nel Cornaredo.”

 

A proposito, come mai in estate hai accettato la proposta del Cornaredo?

 

“In tre campionati da avversario ho sempre visto il Cornaredo come una squadra molto solida e ben messa in campo. La scorsa stagione con il Pavia purtroppo siamo retrocessi, ma i miei 28 gol mi hanno messo in evidenza ed eccomi qui.

Ho scelto il Cornaredo perché da pivot voglio imparare i trucchi del mestiere da un collega di reparto formidabile come Scandaliato, che da oltre dieci anni riesci a segnare sempre una trentina di gol a campionato. Oltre Scandaliato ci sono tanti compagni di alto livello dai quali imparare per crescere, visto che sono ancora giovane.”

 

Quali sono le tue caratteristiche?

 

“Sono un giocatore soprattutto di forza fisica e resistenza, ma cerco anche di metterci fantasia nelle mie giocate. Nella mia esperienza in Italia sono partito come laterale e ultimo difensore nei Saints Pagnano con Danilo Lemma. Poi Ivano Bruno al Pavia mi ha trasformato in pivot che gioca spalle alla porta per riceve il massimo di palloni possibili per fare da sponda, oppure calciare in porta quando c’è la possibilità. Con Saints e Pavia ho imparato molto anche a difendere, ma devo migliorare ancora su questo aspetto.”

 

Quali differenze hai riscontrato tra Cornaredo, Saints e Pavia?

 

“Il Saints Pagnano mi ha accolto molto bene e aperto le porte al futsal italiano e per questo li ringrazio di cuore. Al Pavia l’obiettivo era diverso, perché eravamo una neo promossa che doveva lottare per la salvezza e dunque ogni partita doveva essere una battaglia e combattere su ogni pallone. Il Cornaredo è una squadra abituata a stare nell’alta classifica. Mi hanno accolto benissimo è una società stupenda, dai dirigenti, al mister, ai compagni di squadra. Speriamo di poter ricambiare al meglio quanto stanno facendo per me.”

 

Dove pensi potrà arrivare il Cornaredo in campionato?

 

“Sono molto ottimista, penso che abbiamo le qualità per puntare a un obiettivo ambizioso, perlomeno i playoff.”

Rinaldo Badini (ufficio stampa Real Cornaredo)

 

 

 

Real CornaredoC5 @ All Rights Reserved.